il santa marinella film festival


Il santa marinella film festival promuove i giovani talenti e celebra

i grandi del nostro cinema.

Mario Camerini nel trentesimo anniversario della scomparsa


La fiducia che in questi anni di attività il santa marinella film festival si è guadagnata ci ha consentito di presentare oggi, con malcelato orgoglio, la sua VIIª edizione nonostante l’imperversare della crisi che ha sconvolto il mondo occidentale ed ha riverberato i suoi effetti in modo drammatico sulla nostra fragile economia.

Nell’impossibilità delle istituzioni governative, sia a livello nazionale (parliamo ovviamente della Direzione Generale per il Cinema del MiBAC) che territoriale (quali gli Assessorati alla  Cultura della Regione, della Provincia, del Comune), di sostenere economicamente quella promozione culturale che sodalizi quali gli archivi del ‘900 da anni perseguono, e stendendo un velo pietoso sui criteri adottati per distribuire le risorse in ragione delle richieste di sostegno, dobbiamo ringraziare quegli sponsor che con contributi o erogazioni di beni e servizi ci hanno consentito di offrire al pubblico dei cinefili di Santa Marinella e Santa Severa la VIIª edizione del santa marinella film festival.

Prima a rispondere al nostro appello, l’Associazione 50& Più che da tempo ci è a fianco e ci sostiene in questo tipo di iniziative; poi la Fondazione CARICIV, la C.C.I.A.A., e l’Hotel Le Palme, nel cui giardino si effettueranno le proiezioni, luogo già noto al pubblico del santa marinella film festival per aver ospitato negli anni passati il brindisi con i vincitori delle varie edizioni.

L’ambiente circondato dal verde e prospiciente il mare conferirà alla manifestazione un clima certamente di maggior fraternizzazione con gli ospiti. Questa qualità di converso ci ha costretti a sollecitare dai nostri ospiti di prenotare la propria presenza per non rimanere esclusi dal cenacolo cinematografico.

La selezione dei film che a nostro avviso meritavano di essere presentati al pubblico di Santa Marinella, era molto più ampia di quella che insieme vedremo. Il nostro rammarico è di non avere spazi e disponibilità adeguate a quanto il nuovo cinema italiano potrebbe offrire.

Grazie alla collaborazione di Rosella Piergentili vedremo insieme ai registi e agli attori, molti dei quali hanno già dato la loro disponibilità, film dei più vari generi, molti opere prime o seconde, alcuni in anteprima quali Onora il padre e la madre di Gianni Leacche che inaugurerà la kermesse tirrenica, o drammi umani quali Penso che un sogno così di Marco De Luca e commedie quali Diciotto anni dopo di Edoardo Leo si alterneranno a film di impegno civile, La donna e il drago di Rodolfo Bisatti, , o Febbre da fieno di Laura Luchetti che riscuote messi di premi in Italia e all’estero, L’erede l’intrigante noir di Michael Zampino, la piccola A di Giuliano Ricci e Salvatore D’Alia sulla rivendicazione di un universo femminile sempre sacrificato, L’estate di Martino di Massimo Natale, Questo mondo è per te di Francesco Falaschi,  e l’ultimo fatica di Emidio Greco Notizie degli Scavi.

Un selezione per consentire a tutti noi una panoramica su quel nostro cinema che spesso  non trova una adeguata distribuzione.

Il calendario delle proiezioni sarà comunicato nell’immediato futuro e fissato in funzione delle disponibilità ad intervenire dei vari registi ed interpreti.

Il santa marinella film festival si inaugurerà il 28 agosto e si concluderà il 4 settembre con la proclamazione dei vincitori selezionati dalla Giuria del festival presieduta da Ernesto G. Laura e composta tra gli altri da Maria Pia Fusco, Franco Mariotti, Arnaldo Colasanti e Manuel De Sica.

Concluderà la serata una commemorazione di Mario Camerini nel trentesimo anniversario dalla scomparsa per unire idealmente il nostro cinema di sempre e come auspicio per i nuovi talenti.