Mercoledì 7 agosto

ore 21:15
Hotel Le Palme, lungomare Guglielmo Marconi, 9 – Santa Marinella

 

LA PRIMA LEGGE DI NEWTON

corto d’apertura

Regia: Piero Messina
Interpreti: Anna Orso, Cosimo Cinieri, Mario Donatone, Stefania Micheli
Sceneggiatura: Dario Bonamin, Eleonora Cimpanelli
Fotografia: Pasquale Remia
Montaggio: Chiara De Cunto
Scenografie: Laura Boni
Costumi: Adriano Nacci
Produzione: CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia Production, Regione Lazio

Un corpo permane nel suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme a meno che non intervenga una forza esterna a modificare tale stato. Ma moto e quiete sono solo relativamente distinguibili e, d’altronde, quei corpi che comunemente sono considerati in quiete… non lo sono sempre realmente.

 

a seguire…

 

CI VEDIAMO DOMANI (opera prima)

in concorso

Regia: Andrea Zaccariello
Interpreti: Enrico Brignano, Burt Young, Ricky Tognazzi, Francesca Inaudi, Giorgia Wurth, Giulia Salerno, Liliana Oricchio Vallasciani, Salvatore Cantalupo, Carlo Fabiano, Lucia Guzzardi, Andrea Mianulli, Giovanna Matechicchia, Luca Avalgiano, Corinne Jiga
Sceneggiatura: Andrea Zaccariello, Paolo Rossi
Fotografia: Giancarlo Lodi
Montaggio: Rinaldo Marsili
Scenografia: Marta Maffucci
Costumi: Monica Simeone
Produzione: Smile Production, con il contributo del MiBAC, Moviemax, con il contributo dell’Apulia Film Fund
Distributore: MOVIEMAX MEDIA GROUP

Un matrimonio fallito, un licenziamento dopo l’altro, investimenti sbagliati e un bel po’ di debiti: Marcello Santilli è un quarantenne buono ma irrequieto, costantemente alla ricerca della svolta che gli cambi la vita. Un giorno legge una notizia di costume: tra le montagne della Puglia c’è un paese abitato da tanti vecchi ottuagenari. Santilli ha una folgorazione: aprire un’agenzia di pompe funebri! Con i proventi di quei funerali sicuri risolverà in poco tempo i suoi problemi e recupererà la stima di sua figlia Melania. Chiede un finanziamento a un direttore di banca “amico” che lo concede ma solo a fronte di un’ipoteca sulla casa dell’anziana nonna. Nel paese più vecchio d’Italia, al volante di un carro funebre anni ’80, Santilli è arrivato alla resa dei conti. Ma i giorni passano. Ecco l’autunno, l’inverno. E nemmeno un decesso. Il direttore della banca lo chiama: c’è l’ipoteca della casa della nonna da pagare. Santilli non sa che fare mentre gli eventi precipitano portandolo in una brutta situazione economica e familiare. Ma accade qualcosa di inaspettato: una lettera sparita, un lungo viaggio e un colpo di scena finale cambiano per sempre la vita a Santilli.