martedì 28 luglio

ore 21:15
Istituto Comprensivo (plesso centro)
Via della Conciliazione 2, Santa Marinella

TI PORTO DENTRO

corto d’apertura

Regia: Fernando Muraca
Interpreti: Roberta Armani, Andrea Di Stefano
Sceneggiatura: Fernando Muraca
Fotografia: Massimo Lupi
Musiche: Maurizio Filardo
Produzione: Francesco Pamphili
Premi e Festival: presentato al 37° Cinema Mediterranéen Montpellier

Sinossi: La promessa di un amore, i ricordi, il distacco: “C’è il distacco si, c’è anche quello, ma soprattutto c’è l’amore diviso e moltiplicato. Tu mi capisci vero? Si… tu mi capisci perché più di tutti con te mi sono amato e ti porto dentro”

 

a seguire…

 

LA TERRA DEI SANTI

(81’)

Regia: Fernando Muraca
Interpreti: Valeria Solarino, Lorenza Indovina, Daniela Marra, Ninni Bruschetta, Francesco Colella, Marco Aiello, Piero Calabrese, Tommaso Ragno, Claudio Spadaro, Giuseppe Vitale, Mattia Salcuni, Anna Ciociola Terio
Sceneggiatura: Monica Zapelli
Fotografia: Federico Annicchiarico
Produzione: Kinesis Film, Dm Communication, con il contributo del MiBACT, con il sostegno di Fondazione Apulia Film Commission
Distribuzione: Asap Cinema Network
Premi e Festival: Shanghai International Film Festival 2015

Sinossi: Vittoria (Valeria Solarino) è un magistrato, viene dal nord e crede nella giustizia. Assunta (Daniela Marra) è la vedova di un soldato di ‘ndrangheta, non è mai uscita dalla sua terra e gli unici legami che riconosce sono quelli della famiglia. Per lei la vendetta è un diritto e non avere paura del sangue un dovere; ed è per dovere che è costretta a sposare suo cognato Nando, come è già successo a sua sorella Caterina (Lorenza Indovina) moglie del boss latitante Alfredo Raso in guerra con la cosca dei Macrì. Vittoria ha un obbiettivo: scardinare l’omertà delle donne verso quel sistema patriarcale che sta alla base della più influente organizzazione criminale del mondo. Indagini e arresti sono armi inutili allo scopo; per vincere la sua battaglia l’unica possibilità è quella di togliere la patria potestà a tutte le madri che mandano a morire i propri figli. Assunta ha rinunciato alla sua libertà e alla sua vita per proteggere i figli ma sarà costretta a vedere oltre quella gabbia che l’ha intrappolata otre quella terra di sangue, un tempo nota come la Terra dei santi.