A destra nella foto: Marco Danieli, vincitore della edizione 2017 con La Ragazza del Mondo, passa il testimone ad Andrea Magnani, Regista del film vincitore della edizione 2018  e Catello Masullo con Nicola Nocella, Premio per Miglior Attore

Dalla edizione 2018 del santa marinella film festival è stato istituito un Gemellaggio con il Premio Cinema Giovane & Festival delle Opere Prime, realizzato ogni anno dal Cinecircolo Romano, arrivato alla 15-esima edizione. Il Gemellaggio consiste, essenzialmente, oltre che nell’annoverare nelle rispettive giurie i rispettivi Direttori Artistici, nel proporre, reciprocamente, in ciascun Festival, fuori concorso, il vincitore dell’altro. Ed infatti questa edizione 2018 del santa marinella film festival propone al suo pubblico la visione, fuori concorso,  di “Easy – Un viaggio facile facile”, di Andrea Magnani, vincitore del Premio Cinema Giovane & Festival delle Opere Prime di quest’anno.
Il Cinecircolo Romano è un’associazione culturale cinematografica senza fini di lucro, giuridicamente riconosciuta e aderente al Centro Studi Cinematografici, che è giunta al suo 53° anno di attività. L’associazione presenta ogni anno circa 40 film selezionati per qualità tra i più recenti disponibili sul mercato distributivo. Da ottobre a maggio il programma annuale prevede oltre 100 proiezioni di film con oltre 20.000 presenze di spettatori, accolti nella sala di proiezione Caravaggio, di Via Paisiello 24 a Roma. Incontri con gli artisti, dibattiti, Premio Cinema Giovane & Festival delle Opere Prime, progetto di educazione al cinema d’autore per le scuole, Alternanza Scuola Lavoro (a.s.l.) con l’avvio degli studenti alla professione del critico cinematografico, attività culturali collaterali quali teatri, concerti, seminari di cultura cinematografica, nonché l’edizione della Rivista “Qui Cinema”, sono importante corollario delle attività di promozione culturale cinematografica dell’Associazione.
Il Cinecircolo Romano organizza annualmente, a partire dalla stagione 2004/2005, una rassegna del cinema giovane italiano: Premio Cinema Giovane & Festival delle Opere Prime.

Il Premio Cinema Giovane è dedicato agli autori di opere prime e ai giovani interpreti del cinema italiano dell’ultima stagione ed è caratterizzato dal giudizio espresso dal pubblico su apposite schede. Lo scopo quindi è quello di dare annualmente un riconoscimento a personaggi emergenti del panorama cinematografico italiano direttamente da parte del pubblico partecipante. Una Commissione di esperti appositamente nominata e composta da membri altamente qualificati di esperti del mondo del cinema effettua una selezione di film italiani opere prime, prendendo in esame tutti quelli distribuiti nel corso dell’anno solare precedente la manifestazione,  nominando i tre film in concorso. La Commissione è formata dal Direttore Artistico, Catello Masullo, e dal Comitato di Selezione: Ugo Baistrocchi, Cristiana Bini, Luciana Burlin, Paola Dei, Roberto Leoni, Armando Lostaglio, Franco Mariotti, Catello Masullo, Ernesto Nicosia, Rossella Pozza, Bruno Torri. Collegati al “Premio Cinema Giovane” sono:

  • PROGETTO EDUCAZIONE AL CINEMA D’AUTORE, dedicato ai giovani studenti: sono state effettuate 3 proiezioni mattutine alle quali hanno aderito svariate centinaia di studenti.
  • ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (A.S.L.), dedicata a 67 giovani studenti dei licei Avogadro e Machiavelli di Roma, avviati alla professione di critico cinematografico, i quali sono intervenuti a tutte e tre le proiezioni mattutine, partecipato attivamente agli incontri/dibattito con i registi e gli artisti e prodotto oltre 200 recensioni sui tre film in concorso. Tre delle quali premiate.

“Easy – Un viaggio facile facile” di Andrea Magnani è il miglior film italiano di esordio del 2017. Lo ha decretato la vasta giuria popolare del Premio Cinema Giovane & Festival delle Opere Prime, composta dalle centinaia di soci cinefili del Cinecircolo Romano e di studenti delle scuola superiori che hanno visionato i film in concorso in matinée, nell’ambito del Progetto di Educazione al Cinema d’Autore (P.E.C.A.) e della Alternanza Scuola/Lavoro stipulata dal Cinecircolo Romano con i Licei Avogadro e Machiavelli della Capitale. Il successo è stato completato dal Premio per Miglior Attore del Festival, attribuito a Nicola Nocella, strepitoso protagonista di Easy. La Cerimonia di Premiazione, condotta da Catello Masullo, presidente del Cinecircolo Romano e direttore artistico del Festival, e da Franco Mariotti, regista, critico cinematografico e conduttore di un gran numero di premiazioni della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, ha premiato anche Francesco Ebbasta per Addio Fottuti Musi Verdi e Andrea De Sica per I figli della Notte. La Sala del Cinema Caravaggio ha faticato a contenere il copioso pubblico intervenuto. Il trofeo principale è stato consegnato ad Andrea Magnani da Andrea Alemanni, Assessore alla Cultura del Municipio II, e da Marco Danieli , vincitore della precedente edizione del Festival, con La Ragazza del Mondo, secondo il tradizionale “passaggio del testimone”. E’ stata premiata anche la migliore recensione degli studenti, redatta da Luca Villari, del Liceo Avogadro. Le targhe, consegnate, come di consueto, da Luciana Burlin, responsabile del P.E.C.A., sono due, una per lo studente ed una per l’Istituto scolastico. Ancora una volta, come per lo scorso anno, il vincitore di questo particolare concorso, appartiene ad una delle classi formate dal Cinecircolo alla professione di critico cinematografico.

Di seguito le motivazioni dei premi attribuiti.

EASY (ANDREA MAGNANI)
Un film che gioca, con grande sapienza a padronanza del mezzo espressivo, tra i toni del grottesco, della sapida ironia, del road movie, per trattare temi alti e per nulla banali. Come i rapporti con i migranti, ossimoricamente da respingere e da sfruttare. Come la spregiudicatezza dei nostri imprenditori. Come la difficoltà di crescere e restare puri. Come le dimensioni antropologiche dei paesi all’est dell’Italia. Un film originale e poetico, che fa ridere, anche molto, e fa pensare, anche di più, nel solco della migliore commedia prodotta dal nostro paese.

MIGLIOR ATTORE : NICOLA NOCELLA
il miglior Nicola Nocella visto sul grande schermo, un capolavoro di sottrazione, straniamento, spaesamento, meraviglia e linguaggio del corpo. Una performance fisica, oltre che artistica, di encomiabile dedizione, che lo ha visto ingrassare di 20 chili , degna del Bob De Niro di Toro Scatenato e del John Belushi di Chiamami Aquila.

ADDIO FOTTUTI MUSI VERDI (FRANCESCO EBBASTA)
Film di grande originalità. Geniale. Visionario. Rutilante. Dai perfetti tempi comici. Apparentemente anarchico. In effetti studiatissimo. Con una preparazione maniacale. Fatta di mesi di prove teatrali. E, persino , del primo esempio di “Story Board Audio”.

I FIGLI DELLA NOTTE (ANDREA DE SICA)
Un film di genere. Ma che va oltre i generi. Li ibrida, li usa con disinvoltura e li imbriglia, domandoli alla sua idea originale di cinema. Con musiche tragiche ed inquietanti, come i luoghi fisici del film e come i luoghi dell’anima dei suoi protagonisti. Composte dallo stesso Andrea De Sica, all’altezza di quelle, indimenticabili, del padre Manuel.

Catello Masullo
(Presidente del Cinecircolo Romano e Direttore Artistico del Premio Cinema Giovane & Festival delle Opere Prime)