Giosetta Fioroni

Nasce a Roma dove frequenta l’Accademia di Belle Arti. È a Parigi dal 1959 al 1962. Negli anni ’60 realizza una serie di tele con smalti e vernice industriale alluminio, gli Argenti, ideogrammi di volti, figure e paesaggi.

Con Angeli, Schifano e Festa fa parte del Movimento Scuola di Piazza del Popolo,che esponeva alla Galleria la Tartaruga di Roma, dove nel 1968 Giosetta inaugura “Il Teatro delle Mostre”, con la performance La Spia Ottica. Sono di quel periodo i primi Teatrini, in legno dipinto, le prime esperienze con la macchina da presa (film) e con la fotografia (Foto da un atlante di Medicina Legale e Fototeca).

Espone alla Galleria Naviglio, Milano, Lucio Amelio, Napoli, de’Foscherari, Bologna, l’Oca, Roma, Mazzoli, Modena, Corraini, Mantova, Barnabò, Venezia. Degli anni ’80 è il ciclo dedicato al Tiepolo nella Villa Valmarana di Vicenza. Nel ’90 presenta un’Antologica di lavori su carta alla Calcografia Nazionale, Roma.

Nel 1993 A. Bonito Oliva la invita alla Biennale di Venezia con una sala personale, dove torna nel 1995 per la mostra “Percorsi del gusto”.