venerdì 29 luglio

ore 21:15
Istituto Comprensivo – Via Aurelia, 276 – Santa Marinella

Mario

cortometraggio d’apertura

Regia: Pino Di Persio
Soggetto e sceneggiatura: Tommaso Salvatori, Federica Salvatori, Claudio Ammendola
Musiche: Fabio Russo
Fotografia: Enzo Carpineta
Interpreti principali: Giorgio Colangeli, Gabriele Galli, Filippo Gattuso, Stefano Antonucci, Gaetano Mosca, Sara Sartini, Marina Perini, Alberto Patelli, Pino Di Persio
Contributi e sostegni: con il contributo di NUOVO IMAIE

Sinossi: Mario, vecchio cameriere va nella cantina del ristorante per prendere una bottiglia di vino pregiato, ma per una chiave incastrata perde l’equilibrio e sbatte la testa perdendo i sensi, al suo risveglio nel ristorante non c’è più nessuno, anche in strada qualcosa è cambiato. Strane bandiere, strana atmosfera e strani manifesti. Il gran consiglio dei giovani ha decretato la fine dei vecchi usurpatori del lavoro. Dei similsoldati si accorgono della presenza di Mario e lo catturano, l’uomo si giustifica dalle accuse di usurpatore di lavoro ma senza risultati e non essendo consono sarà accantonato. Mario si risveglia nella cantina del ristorante. Era un sogno! Felice ritorna in sala normalmente piena di commensali e porta la bottiglia al cliente, nel versargli il vino riconosce la stessa persona che poco prima lo aveva accantonato. La rivoluzione ha inizio!


 

a seguire…

All’improvviso Komir

OPERA PRIMA

Regia: Rocco Ricciardulli
Soggetto e sceneggiatura: Giulio Baraldi e Rocco Ricciardulli
Musiche: Port Royal
Fotografia: Tommaso Perfetti, Pietro De Tilla
Interpreti principali: Giulio Baraldi, Gaia Bermani Amaral, Rocco Ricciardulli, Christian Abbondanza, Guido Laurini, Vito Vincenzo Iorio e Anastasia Legeda
Produzione: Silver Productions, Kess Film, Silver Productions
Partecipazione a festival e/o premi: Italian Film Festival Berlin 2015

Sinossi: Gianni, un metronotte, torna a casa. Ad attenderlo sulle scale, Sandro, suo vecchio amico appena uscito di galera dopo otto anni di detenzione, Sandro gli propone, in cambio di una cifra considerevole, di recuperare dei soldi che aveva nascosto prima di essere arrestato. Purtroppo qualcosa va storto. Dopo avergli dato la somma pattuita, Sandro chiede notizie di suo fratello Antonio, ai tempi loro complice. Lo raggiungono al ristorante, dove inaspettatamente Sandro rivede Heléne, sua vecchia fiamma, diventata però ora moglie di Antonio. I dissapori subito vengono a galla. Sandro accusa suo fratello di averlo tradito e mandato in galera. Gianni e Sandro scopriranno che Antonio è coinvolto nella tratta di bambini. Dopo averlo denunciato, Gianni accompagna Sandro in stazione ma, al momento di salutarsi scoprono che uno dei bambini, vittima della tratta, si è nascosto nel baule della macchina. Improvvisamente si trovano di fronte a una situazione che mai avrebbero immaginato, prendersi cura di un bambino comparso dal nulla. S’imbattono così in situazioni che un genitore affronta quotidianamente ma lontane anni luce dal loro mondo. Vengono così catturati dall’innocenza del piccolo Komir e in poco tempo si legano a lui fino a diventarne inaspettatamente responsabili del suo destino.